Prima Domenica di Avvento da Azaria

Condividi sui social!

Dal “Libro di Azaria” di Maria Valtorta ed. CEV

DOMENICA I DI AVVENTO

ANTIFONA D INTROITO Sal. 24, 1-3; 24, 4 A te offro, Dio, la mia vita:

Dio mio, in te confido.

Che io non resti confuso, non esultino per me i miei nemici; chiunque in te spera, non resta confuso. Mostrami Signore, le tue vie, insegnami le tue strade. V. Gloria al Padre …

ORAZIONE

Ridesta la tua potenza e vieni, o Signore:. nei pericoli che ci minacciano a causa dei nostri peccati la tua protezione ci liberi, il tuo soccorso ci salvi. Tu che sei…

EPISTOLA

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani. 13, 11-14)

Fratelli lo sapete: è già l’ora di risvegliarci dal sonno. Poichè adesso la

nostra salvezza

è più vicina che quando abbiamo abbracciato la fede. La notte è inoltrata, e il

giorno

si avvicina. Deponiamo dunque le opere delle tenebre: e rivestiamo le armi della luce.

Come sl addice alla luce del giorno, comportiamoci con dignità: non in bagordi e ubriachezze, non in lussurie e dissolutezze, non in contesa e gelosia; bensì rivestitevi del Signore Gesù Cristo. R. Rendiamo grazie a Dio.

GRADUALE Sal 24, 3-4 Quelli che ti aspettano non saranno delusi.

V. Addìtami, Signore: le tue vie, insegnami i tuoi sentieri. Alleluia, alleluia. Sal. 84, 8 V.Dimostraci, o Signore, la tua misericordia e donaci la tua salvezza. Alleluia.

EVANGELO

+ Dal Vangelo secondo Luca. 21, 25-33

R. Gloria a te, o Signore. “In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli :” Ci saranno dei segni nel sole, nella luna e nelle stelle e, sulla terra, angoscia di popoli atterriti dal fragore dei flutti del mare. Gli uomini si sentiranno paralizzati per lo spavento e per l’attesa di ciò che starà per venire sul mondo intero: infatti le potenze dei cieli saranno scosse. E allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulla nube con grande potenza e maestà. Quando questi eventi cominceranno a compiersi, alzatevi e levate il capo: perchè la vostra liberazione è vicina “. E disse loro una parabola: “’.Osservate il fico e gli altri alberi: quando già mettono i germogli, voi capite che l’estate è vicina. Così anche voi, quando vedrete compiersi queste cose, sappiate che è vicino il regno di Dio. In verità’ vi dico: non passerà questa generazione, prima che tutto si compia. I1 cielo e la terra passeranno; le mie parole non passeranno “ R. Lode a te o Cristo.

ANTIFONA d’offertorio Sal 24, 1-3

A te offro, Dio, la mia vita:

Dio mio, in te confido.

Che io non resti confuso, non esultino per me i miei nemici; chiunque in te spera, non resta confuso.

Orazione sopra le offerte

Questo sacrificio ci purifichi, Signore, con la potenza della sua azione e ci riconduca più puri al suo principio. Per i1 nostro…

ANTIFONA di Comunione Sal 81, 1-3

I1 Signore darà il bene e frutti darà la nostra terra.

ORAZIONE dopo la Comunione

Concedi a noi, o Signore, di ricevere nel tuo tempio la tua misericordia e di preparare degnamente la festa ormai vicina della nostra redenzione. Per il nostro…

42. l° dicembre 1° Domenica d’Avvento

Dice Azaria..

“ E’ faticoso, quando gli uomini appesantiscono o feriscono le ali, alzarsi con lo spirito di Dio. Gli uomini sono crudeli. I1 precetto d’amore fraterno è il più calpestato da essi. Con l’accanimento di un folle sanguinario, o di un bambino su un giocattolo, a seconda del caso e dell’individuo, essi si accaniscono sui fratelli, e specie, potrei dire: unicamente, su quelli fra i fratelli che, per la loro formazione spirituale, li fanno sicuri che non reagiranno rendendo male per male 1.

Ma, anima mia, anche se è faticoso, occorre farlo, anzi più è faticoso occorre farlo, perché nessuno può sanare le ferite date dagli uomini allo

spirito se non il Medico 2, il Confortatore degli spiriti 3: Dio, il Padre buono che non delude chi in Lui confida 4.

Sei così ferita che non puoi volare? Come una colomba che il cacciatore ha piagata mentre andava sicura verso il suo buon padrone e che, non potendo più

volare alta e rapida, va con brevi

voli, con rapidi passi, soffocando, con la volontà di andare al suo padrone che l’ama, la voce della carne che soffre e implora di non sottoporla ad altri sforzi e dolori, così tu, povera ferita. va’, va’ almeno sotto al raggio del tuo

Sole, e poniti là, guardandolo, amandolo, stendendo le tue ali ferite perché

Egli veda lo strazio che ti hanno dato gli uomini, e ti medichi coi balsami del suo amore.

Anima mia, non rivolgerti più agli uomini. I loro consigli sono: quali malvagi, quali derisori, quali stentati; i migliori simili a quelli che un guercio può dare nel crepuscolo a coloro che gli chiedono quale è la via da seguire. Solo Dio vede, solo Dio sa, solo Dio ama con perfezione.

______________

  1. vedi: Matteo 5, 38-48,. Luca 6, 27-35; Romani 12, 14-21,- Colossesi 3, 12-15; 1° ‘Tessalonicesi 5, 12-J5.

  2. I1 grande guaritore è Dio: a Lui dobbiamo prima di tutto ricorrere ; ma poi anche al medico, che Egli ha creato. Vedi il bel brano di: Ecclesiastico 38, l-15; inoltre: Matteo 9, 10-13,- Marco 2, 15-17,. Luca 5, 29-32. 3 Per lo Spirito Santo, Paraclito (confortatore), vedi: Giovanni 14-16 passim, e la sequenza di Pentecoste’. Veni, Sancte Spiritus; vedi anche:

Poema IX, p.223, n 83

4 vedi: p. 308, n. 42.

Anima mia, non sei tu la piccola voce? Non ti è Egli Maestro? Puoi dubitare che Egli non sia Colui che ti parla e che ti conduce come sua agnella più cara? Segui le sue voci e i suoi sentieri.

Mai ti ha lasciato errare. Ti ha presa dal seno della madre, ti ha vegliata nella infanzia, nella puerizia, nella fanciullezza, giovinezza ed età matura. Ti ha istruita, ti ha protetta, ha scansato

da te quelli che potevano in un modo o nell’altro nuocerti realmente 5 ti ha avvicinata a persone o a cose che potevano giovarti 6. Come un Padre e come un Amante. Ciò che è per te. Non ha atteso la tua preghiera per risvegliare la sua potenza e venire. Prima ancora che. tu sapessi cosa è amare, ti ha teso le braccia. Solo io, tuo angelo custode, so quanto ti ha amata il Signore, e quanto ti ama.

Ed ora io ti dico ciò che Paolo diceva ai Romani. Ma te dico in un altro senso di quello che Paolo ha dato al suo dire. Ti dico: la tua salvezza è più vicina ora di quanto tu puoi immaginare. La notte è inoltrata. I1 più del periodo triste e buio è passato e il giorno si avvicina. Mi intendi? I1 giorno si avvicina. Quando si avvicina il giorno, e giorno di Dio, i convitati si apprestano alla festa. Si levano le vesti di lutto e di dolore, e si vestono di vesti bianche e luminose e si osservano attentamente se neppur un piccolo che di impuro resta indosso. Anima mia, l’ora che precede l’alba è la più nera della notte, ma poi sorge il sole. Anima mia, l’amante che attende lo sposo anticipa l’ora mattutina per esser pronta al suo venire.

Io non ti parlo mai del Vangelo perché è il Signore Ss. il tuo Maestro nel

Vangelo 7. Ma oggi ti dico: Quando vedrai che tutto, in una particolare piccola apocalisse, ti si volterà contro per darti dolore e sconvolgerti, quando ti sentirai tramortire dallo sbigottimento per tanto accanirsi di forze contrarie a te, quando ti sembrerà che persino il Cielo sia sordo al tuo soffrire, al-

_________

  1. La Scrittrice allude ad alcune donne religiose e laiche, ricordate più volte nel suo epistolario, tuttora inedito.

  2. Si riferisce al P. Luigi Maria di Gesù Crocifisso, della Congregazione dei

Passionisti, ed al P. Corrado M. Berti, dell’ordine dei ‘Servi di Maria: il primo si recò dall’Inferma nel luglio 1946, il secondo nel settembre dello stesso anno. A riguardo dei due sacerdoti e della loro rispettiva missione presso Maria Valtorta, vedi: Autobiografia, p. VIII (<< Introduzione *), n. 14.

  1. vedi: p. 52, n. 31.

lora alza il capo perché il tuo gaudio saràvicino.

Non sto, che troppo è chiara l’epistola, a spiegarti le parole di Paolo.

Ma termino con le parole della Comunione: “I1 Signore si mostrerà benigno ”

Gloria al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo “

 

Print Friendly, PDF & Email