Le Rivelazioni del Divino Amore – #4

Condividi sui social!

Le Rivelazioni del Divino Amore
LE SEDICI RIVELAZIONI

Quarta rivelazione

 

E dopo ciò vidi, contemplando, il corpo che sanguinava abbondantemente come durante la flagellazione: la pelle splendente era lacerata da profonde ferite che penetravano nella tenera carne a causa dei duri colpi su tutto il dolce corpo.

Il sangue caldo scorreva con tale abbondanza che non si riusciva a vedere né la pelle né le ferite, perché tutto era coperto di sangue… e quando giungeva al punto in cui avrebbe dovuto cadere, scompariva.

Il sangue continuò a scorrere per un certo tempo, fino a che potei osservarlo con attenzione.

Ed era così abbondante che mi venne da pensare che, se fosse stato veramente fatto di sostanza reale, avrebbe insanguinato tutto il letto e sarebbe traboccato tutto all’intorno.

Allora mi venne in mente che Dio ha creato abbondanza di acque sulla terra per il nostro uso e per le nostre necessità fisiche, secondo il tenero amore che Egli ha per noi.

Ma, tuttavia, egli preferisce che noi prendiamo come medicina perfetta il suo sangue beato per lavarci dai nostri peccati: questa è la bevanda che Egli desidera darci più di qualsiasi altra nel creato.

Perché il suo sangue è abbondantissimo, così come è preziosissimo per virtù della beata divinità.

Ed è della nostra stessa natura, e per la nostra beatitudine esso scorre sopra di noi per virtù del suo amore prezioso.

Il preziosissimo sangue di nostro Signore Gesù Cristo, così come è veramente inestimabile, è altrettanto veramente sovrabbondante…

La preziosa abbondanza del suo preziosissimo sangue scorre su tutta la terra, ed è in grado di lavare dal peccato tutte le creature che sono, sono state o saranno di buona volontà.

Discese nell’inferno e ne spezzò le catene, e liberò tutti quelli che vi erano detenuti e che ora appartengono alla corte del cielo.

La preziosa abbondanza del suo preziosissimo sangue ascese in cielo nel corpo beato del nostro Signore Gesù Cristo, e là ora sta in Lui, continuando a scorrere, pregando per noi il Padre; e così è e sarà fno a quando noi ne avremo bisogno.

E inoltre scorre in tutto il cielo, nella gioia, per la salvezza di tutta l’umanità che ora è là, e di quella che ci sarà, riempiendo cosi il numero eletti che attende di essere completato.

 

 
Print Friendly, PDF & Email