“I fili siamo noi e la corrente è Dio”_Madre Teresa di Calcutta_

Condividi sui social!

 

Spesso si vedono fili metallici

piccoli o grandi, vecchi o nuovi,

cavi elettrici economici o costosi

che restano inutilizzati,

perché se non vi passa la corrente

non servono a far luce.

I fili siamo voi ed io, la corrente è Dio.

Noi possiamo decidere

di lasciar passare la corrente

attraverso di noi, di essere usati,

o possiamo rifiutare di essere usati

e permettere all’oscurità di diffondersi.

Madre Teresa di Calcutta

“L’economia della salvezza”

Noi non dobbiamo risparmiare la nostra “energia spirituale”….

noi non siamo come la “carte di credito”

e non ci esauriremo,

tutt’ altro…

più doniamo

più riceviamo ,

perché l ‘ Amore è l’unico tesoro che si moltiplica per divisione.

L’ unico dono che aumenta quanto più ne sottrai .

L’ unica impresa nella quale più si spende e più si guadagna !

 

Nella sua omelia di apertura pontificato,Benedetto XVI disse :

“Così, oggi, io vorrei, con grande forza e grande convinzione,

a partire dall’ esperienza di una lunga vita personale,

dire a voi, cari giovani: non abbiate paura di Cristo!

Egli non toglie nulla, e dona tutto.

Chi si dona a lui, riceve il centuplo.

Sì, aprite, spalancate le porte a Cristo –

e troverete la vera vita.

Amen.”

Nell’incontro con Cristo l’uomo riceve subito il centuplo perché, come scrive san Tommaso, vive una certa “inebatio vitale aeternae”; vive in pienezza il tempo perché in esso già respira l’eterno… ed è qui che riceviamo questo Centuplo ORA, ADESSO….non più io vivo, ma Cristo vive in me

 

Print Friendly, PDF & Email