Santa Clelia Barbieri_Un’ icona della Scrittura, Bibbia dipinta, Bibbia dei poveri

Condividi sui social!

banner s. clelia barbieri

“Grande sono le Grazie” (*)

“Ti saluto, o piena di grazia”… “Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente”… La Madre di Dio, facendo memoria del Dono ricevuto, insegna alle generazioni cristiane la grande preghiera, il grande canto della Lode. Mi piace molto che Clelia dica al tempo presente – “le grazie che Iddio mi fa” – quello che è avvenuto il 31 Gennaio del 1869: mi sembra confermi quanto prima cercavamo di cogliere come grazia liturgica; ma la liturgia è feconda nella storia: ed ecco allora questo passaggio mirabile al plurale: sono “le grazie”.

(*) A questo punto ci incontriamo con uno degli “errori di grammatica” contenuti nel nostro testo; dice: “grande sono le grazieaccostando un attributo singolare ad un sostantivo plurale. Mi piace rischiare di proporre che non si tratti di un errore, ma di un “errore dovuto” o “voluto”. Era questa la reazione dei maestri ebrei di fronte agli “errori” del testo biblico. Invece di rassegnarsi all’errore, preferivano chiedersi quale fosse l’intenzione profonda dell’Autore divino in quell’uscita dalla norma grammaticale. Così, dunque, è l’imperizia della contadina delle Budrie a farle scrivere “Grande sono le grazie” oppure è la penna dello Spirito a ricordarci che l’unica grazia diventa molte grazie, che peraltro possono essere colte e accolte solo all’interno dell’unica “grande” grazia?

da un commento di Don Giovanni Nicolini

clelia barbieri

Santa Clelia Barbieri: Il calore incandescente del Vangelo .

Mentre lavora vicino alla sua mamma, le chiede “ Mamma, come posso fare per farmi santa?”.

Preghiera a santa Clelia

Signore, Padre Santo, noi ti glorifichiamo perché nella tua bontà ricolmasti Santa Clelia dei doni dello Spirito Santo, ed ora in cielo l’hai glorificata perché ci sia modello di cristiana virtù e interceda per noi presso la tua misericordia.

Ti chiediamo, dunque, per l’intercessione di Lei, di rendere ferma la nostra fede, salda la speranza e ardente la carità. Concedi, Signore, conforto nella tribolazione, difesa nei pericoli, sollievo nel dolore, pace e concordia tra le nazioni, serenità nella famiglia, sicurezza nel lavoro, forza e salute per compiere i nostri doveri.

Accogli in particolare l’umile richiesta che oggi, fiduciosi nella intercessione di Santa Clelia, ti presentiamo con cuore filiale… (si chieda la grazia).

Per Cristo nostro Signore. Amen

Sii benedetto, o Dio nostro padre, per averci dato in santa. Clelia Barbieri un raggio della tua gloria.
Discepola e sposa di Cristo Signore, operaia della carità e del vangelo, portavoce dell’umile gente dei campi, Tu l’hai posta sul candelabro, per illuminare tutta la Casa e rivelare ai piccoli e ai sofferenti la viva speranza che germoglia dalla croce.
Per sua intercessione sostieni la mia debolezza, guarisci le mie infermità, infondimi energie nuove nel corpo e nello spirito. Concedimi, o padre misericordioso, di sperimentare nella presente condizione di vita la dolcezza e la forza del Tuo amore.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

per approfondire la Vita di Santa Clelia Barbieri :

http://www.oasidiengaddi.it/i-santi/index.html
https://docs.google.com/file/d/0B888CKJ-ypCZWGc4S29SdHFhaWc/edit?usp=sharing

Print Friendly, PDF & Email