Letture insieme: CRISTO NEI SUOI MISTERI_BEATO COLUMBA MARMION O. S. B._#1

Condividi sui social!

BEATO COLUMBA MARMION O. S. B.

ABATE DI MAREDSOUS

CRISTO NEI SUOI MISTERI

Conferenze Spirituali e Liturgiche

Opera onorata da una lettera di approvazione

di S. S. BENEDETTO XV

Visto: nulla osta. Casale, 5 Marzo 1952.

Can. LUIGI BAIANO, Rev. Eccl.

IMPRIMATUR Can. LORENZO ODDONE, Vic. Gen.

***

AL SACRO CUORE DI GESÙ IN CUI RISIEDE

LA PIENEZZA DELLA DIVINITA’

 E IN CUI SI ADUNANO

TUTTI I TESORI DELLA SAPIENZA E DELLA SCIENZA

DIVENUTO PER NOI SORGENTE DI VITA E DI SANTITA’

LETTERA DI S. S. BENEDETTO XV ALL’AUTORE.

***

Al diletto Figlio Columba Marmion, O. S. B.

Abate di Maredsous. PAPA BENEDETTO XV.

Diletto Figlio, salute ed apostolica benedizione.

Sensibili al delicato omaggio dei due libri pubblicati da voi coi rispettivi titoli: «Cristo vita dell’anima», «Cristo nei suoi misteri», dopo averli, or non è molto, da per Noi stessi percorsi, nella misura consentita dalle Nostre occupazioni, Noi abbiamo agevolmente riconosciuto come siano meritati gli elogi ricevuti per la loro singolare attitudine a destare e a conservare nei cuori la fiamma del divino amore.

Ancorché, infatti, voi non abbiate potuto racchiudere in queste pagine tutti gli insegnamenti da voi dati a viva voce ai vostri figli spirituali, intorno a Gesù Cristo, Modello e Causa di ogni santità; pur tuttavia la sintesi che qui avete saputo esporre della vostra dottrina fa ben comprendere quanto adatta sia questa ad eccitare nelle anime il desiderio d’imitar Cristo e di vivere di Colui «che da Dio stesso è stato costituito nostra sapienza, nostra giustizia, nostra santificazione, e redenzione nostra». Fu adunque una felice ispirazione il pubblicare questi due volumi, onde non pure la vostra famiglia religiosa ma si anche moltissimi altri venissero con ciò aiutati nella loro spirituale perfezione: opera di diffusione che, come Ci viene assicurato, si è già affermata perfino tra i laici. Ond’è che alle Nostre azioni di grazie vi si aggiungono le Nostre congratulazioni.

Come pegno dei celesti favori, Noi vi accordiamo, diletto Figlio, con paterna benevolenza, l’apostolica benedizione.

Dato in Roma, presso S. Pietro, il 10 ottobre 1919, anno sesto del Nostro Pontificato.  (s) BENEDETTO XV. PAPA.

«COLUI CHE ERA DIO SI E’ INCARNATO, ASSUMENDO CIO’ CHE EGLI NON ERA, MA NIENTE PERDENDO DI CIO’ CHE EGLI ERA: IN TAL GUISA DIO E’ DIVENUTO UOMO. COSI’ TU PUOI QUI TROVARE QUANTO OCCORRE ALLA TUA DEBOLEZZA nonché QUANTO OCCORRE ALLA TUA PERFEZIONE. POSSA DUNQUE CRISTO RINFRANCARTI PER CIO’ CHE EGLI E’ UOMO; POSSA EGLI GUIDARTI PERCIO’ CHE EGLI E’ UOMO-DIO; POSSA INFINE CONDURTI FINO ALLA SUA ESSENZA DIVINA!».

  1. August., Tract. in Joan. XXIII, 6.

[…] CONTINUA  #2

 

 

Print Friendly, PDF & Email