8 Settembre: “Natività di Maria”_Meditazione dal Cantico dei Cantici (6,10)

Dal Cantico dei Cantici (6,10)

“Chi è costei che sorge come l’aurora. Bella come la luna, splendente come il sole, Terribile come schiere a vessilli spiegati?”

Di fronte alla domanda del sacro Cantico, ci viene subito di rispondere con gioia, in questo giorno di festa: “E’ la nostra Madre, la Vergine Immacolata, di cui oggi si celebra la Nascita”. Oggi festeggiamo la venuta al mondo della Donna della Genesi, Myriam di Nazareth, Colei che fu prescelta per divenire Madre del Messia, dell’Atteso dalle genti.

Maria Sorge come l’aurora: Creatura purissima come la luce dell’aurora, oggi viene al mondo per rischiarare l’umanità che viveva nelle tenebre. Maria è Bella come la luna. Come la luna vive di luce riflessa e illumina la notte, così Maria vivrà della Parola di Dio, e poi della Parola del Figlio, per custodirla nel suo cuore e metterla in pratica e così illumina, col suo esempio, questa umanità che vive nelle tenebre perché ignora il senso dell’esistenza. Maria è Splendente come il sole. Essa riflette come in uno specchio la luce di Dio, ne imita le virtù, ne contempla l’amore, ne esalta la fedeltà costante nei secoli per il suo popolo.

La nostra Madre Santissima è anche Terribile come schiere a vessilli spiegati, perché ci è stata donata come aiuto nella lotta quotidiana contro il potere delle tenebre, poiché le è stato dato il potere di schiacciare la testa del serpente. Maria che è figlia del Padre, sarà Madre di Dio fatto Uomo.

Questa creatura fatta di terra, come noi, che diventa partecipe della più alta gloria in cielo e sulla terra. Maria col suo “sì” a Dio entra nel cuore della Trinità. Ne vediamo la tenerezza di Dio e la redenzione attraverso la via della bellezza. Dio, nel suo grande amore, ha scelto di salvarci con un bocciolo di rosa, perché l’Onnipotenza dell’Altissimo venga d’ora in poi cantata con le note di Maria; perché la nostra preghiera si liberi in danza di gioia per il Creatore, che ha fatto in Lei grandi cose.

Il Re dei Re si è costruito una casa d’oro. Il Sacerdote eterno: un piccolo Tempio silenzioso. Lo Spirito Santo, la mistica Colomba, si è fatta il nido nelle fenditure della Roccia.

L’Artista ha scritto la sua musica più dolce, sul pentagramma della Storia. La tua nascita, Maria, è avvolta nel mistero, segreta come un ciclamino nato all’ombra delle felci. Ma l’aria intorno, densa di aromi, ne rivela il profumo.

Preghiamo:

La Vergine Maria, dolcissima Madre nostra, per la luce che irradia da tutto il suo essere, ci avvicina sempre amabilmente a sé, per unirci in un solo amore, in una sola vita con Colui che essa ci ha donato come fratello, Gesù, Dio e Signore benedetto nei secoli.

La tua nascita, Maria,

Vergine Madre di Dio,

ha annunciato la gioia

al mondo intero.

Maria, concepita senza peccato originale, prega per noi

L’Oasi di Engaddi www.oasidiengaddi.it

Santuari Mariani

Print Friendly, PDF & Email