14 Febbraio: San Valentino della fede_meditazioni a tema_festa dei Santi Cirillo e Metodio,patroni insieme a San Benedetto della nostra Europa.

Condividi sui social!

san valentino card

14 Febbraio : Questa data per molti significa solo una cosa: San Valentino, la festa degli innamorati. Pochi sanno che liturgicamente è la festa dei Santi Cirillo e Metodio i due fratelli vissuti nel IX secolo e patroni insieme a San Benedetto della nostra Europa.

Abbiamo bisogno di rinnovare i nostri patti d’amore con coloro che sono nella nostra vita. Abbiamo bisogno, quando c’è più buio che luce nelle relazioni, di ritrovare le motivazioni più vere per andare avanti e rimanere fedeli.

La festa di San Valentino, anche se può sembrare futile e consumistica, ha una sua utilità: ricordare che l’amore è davvero al cuore di ogni esistenza e senza amore moriamo.

Gesù porta sulla montagna i suoi discepoli e davanti a loro mostra per un attimo che dietro la fatica della loro amicizia c’è una luce profonda. E’ la luce della fedeltà di Dio verso Gesù e anche verso di loro. Anche se crescono i contrasti dentro e fuori il gruppo degli apostoli, e anche se a volte Gesù è difficile da amare e da seguire perché propone una strada difficile e piena di incognite, l’amore promesso da Gesù ai suoi amici e l’amore tra Gesù-uomo e Dio non sono finiti. La trasfigurazione è un po’ come la festa di San Valentino per i discepoli. E’ una sera particolare nella quale Gesù ricorda loro con un segno straordinario e luminoso che il suo amore è fedele e che anche Dio mantiene le promesse d’amore. Per questo Pietro a nome degli altri dice “Signore, per noi è bello stare qui…” e vorrebbe fermare per sempre questo momento di luce dove amare Gesù e sentirsi amati da lui è facile e immediato. Gesù ha capito che il legame con i suoi discepoli è fragile come un palloncino colorato e quindi offre loro una pausa nel duro cammino verso la croce.

Abbiamo bisogno anche noi, discepoli di oggi, di avere momenti come questo, perché anche noi come i discepoli facciamo fatica a rimanere fedeli nell’amore verso Dio.

Chiediamo a Gesù momenti come questo dato ai discepoli. Chiediamo questi “san Valentino” della fede che, come la festa degli innamorati, non accadono ogni giorno, ma ogni tanto servono a ricordarci che al di la delle fatiche di credere, l’amore di Dio rimane ed è irrinunciabile per noi.

 

da un commento a cura di don Giovanni Berti tratto da

Trasfigurazione: il San Valentino della fede”

Print Friendly, PDF & Email